Riflessoterapia – Agopuntura

L’agopuntura è un’antica disciplina che risale alla Medicina Tradizionale Cinese: essa è utilizzata da oltre due millenni. Tale tecnica è evoluta a partire dai primi concetti di energie Yin/Yang di cui si hanno le prime testimonianze dal 700 a.c. E’ stata ed è utilizzata tuttora come terapia diffusa in Cina dove viene praticata assieme alla Medicina “occidentale” e alla fitoterapia a livello ambulatoriale e ospedaliero. L’evoluzione e la ricerca scientifica hanno consentito di capire buona parte dei meccanismi alla base dell’effetto dell’agopuntura e oggi è preferibile, su questa base, riferirsi a Riflessoterapia, di cui l’agopuntura è un elemento di rilievo.

La riflesso-terapia utilizza l’applicazione di stimoli in diversi punti del corpo, opportunamente codificati a seconda della risposta che si vuole ottenere per agire sull’evento patologico.
Gli antichi medici cinesi parlavano di complessi “flussi di energia” attraverso i canali (meridiani) che, secondo questa visione, percorrono tutto il corpo e che potevano essere ricondotti alla loro funzione normale mediante lo stimolo (puntura) di punti strategici, risolvendo malattie che venivano attribuite ad alterazioni del flusso energetico, per ostruzione, carenza o eccesso.

Oggi sappiamo che lo stimolo di specifici punti evoca una risposta riflessa, prevalentemente attraverso il sistema nervoso autonomo (ortosimpatico, parasimpatico, metasimpatico), quel sistema complesso e diffuso che si occupa della vita vegetativa, dalla sudorazione al ritmo cardiaco, dalla motilità intestinale alla regolazione del tono vasale, ecc. Le vie anatomiche di tale riflesso sono conosciute e complesse: comprendono archi riflessi semplici, diretti, ma anche vie polisinaptiche che raggiungono in sistema nervoso centrale, come per esempio nuclei grigi preposti alla liberazione di sostanza chimiche, per lo più mediatori. La risposta riflessa allo stimolo in determinati punti è in grado di liberare sostanze quali Serotonina, Noradrenalina, Endorfine, Dinorfine, Acetilcolina ed altre la cui azione è utilizzata a scopo terapeutico.

La riflesso-terapia mediante agopuntura può essere utilizzata per numerose patologie: dolori e sindromi dolorose, patologie che comportano disturbi vegetativi (nausea, vertigini, vomito, iperidrosi, ecc.), ansia, astenia, disturbi dell’umore, contratture muscolari, infiammazioni e altro.

La procedura ricalca ciò che normalmente avviene in un qualunque luogo di diagnosi e cura: incontro con il paziente, valutazione del quadro clinico, eventuali esami di approfondimento (ematochimici o radiologici), indicazione al trattamento se ritenuta utile sulla base dei dati clinici. In base alla diagnosi si disegna lo schema terapeutico utile per quello specifico problema e si procede, previo consenso del paziente, al trattamento. In linea di massima il trattamento prevede da 5 a 10 sedute a cadenza settimanale, con le dovute variazioni se necessarie.
Il paziente dovrà continuare le sue terapie abituali. Unica controindicazione alla riflessoterapia agopunturale è l’assunzione di anticoagulanti. Il paziente anticoagulato, quindi, non potrà essere sottoposto ad agopuntura.
In sintesi, la riflessoterapia è un’arma in più trattare patologie anche complesse e può agire di per sé o integrare le terapie mediche, eventualmente consentendo di ridurre la posologia o il numero dei farmaci eventualmente utilizzati.

 

Dott. Antonino Rotilio

Contatti

Via Chiesanuova 242/2 – 35136 Padova

Si riceve su appuntamento:
Tel. e Fax: 049 871.66.99
Parcheggio presso la struttura

Orari

Orari di apertura della segreteria:

dalle 9.00 alle 12.00
dalle 15.00 alle 19.00

Esclusi sabato e domenica

Inviaci una mail

Dichiaro di avere letto apposita informativa sulla Privacy e fornisco il consenso al trattamento dei miei dati personali.

Privacy Policy      Cookie Policy